Indagini CAPI con software face to face

da | Ago 7, 2015 | Research world

La metodologia CAPI (Computer-Assisted Personal Interviewing) è una tecnica di intervista in cui il rispondente o l’intervistatore utilizzano un software face to face e un dispositivo mobile per rispondere alle domande del questionario. Simile alla metodologia CATI (Computer-Assisted Telephone Interviewing) si differenzia da questa per la presenza effettiva dell’intervistatore. Per questa caratteristica, le indagini CAPI vengono spesso definite indagini Face-to-Face.

Possiamo definire la tecnica CAPI come la naturale evoluzione della tradizionale intervista su carta (PAPI). Un’evoluzione 2.0 in grado di semplificare notevolmente le varie fasi dell’indagine. Però, condivide con la vecchia tecnica un punto importante: la presenza dell’intervistatore che, accanto all’intervistato, lo guida nella compilazione del questionario.

Indagini face to face: principali campi d’utilizzo

Vediamo in quali situazioni risulta efficace preferire la tecnica CAPI alle altre metodologie di indagine:

Indagini nei centri commerciali: consente di raggiungere un target eterogeneo e vasto. Inoltre, rende possibili sottoporre l’indagine ai rispondenti in modo pratico e veloce;

Exit-poll: la metodologia CAPI è la più usata per questo particolare tipo di indagini. Oltre al già sottolineato vantaggio di poter raggiungere un ampio target, essa consente di non doversi necessariamente attenere a vincoli d’età o livello d’istruzione;

Categorie ad alto profilo: quando il target è formato da figure ad alto profilo professionale, come ad esempio i medici, può diventare difficile portare a termine l’indagine a causa della loro scarsa reperibilità. Questo problema viene superato quando l’intervistatore si occupa di fissare un appuntamento e si reca personalmente dal rispondente;

Mistery shopping: le indagini CAPI consentono al cliente misterioso di raccogliere informazioni in modo discreto, senza destare sospetti.

Non tutti i face to face software sono uguali

Sul mercato sono presenti molti survey software creati appositamente per eseguire indagini CAPI. Si potrebbe pensare che non esistano grandi differenze tra i diversi software CAPI, ma è bene capire che non è affatto così.

Sono molti i software che non consentono la rilevazione off-line. Poter raccogliere dati in modalità offline è un grande vantaggio: si evitano problemi legati alla connessione internet e i dati vengono inviati al server al termine del lavoro (offline data collection).

Un’altra qualità che distingue i software più avanzati è la compatibilità con i dispositivi più diffusi (iOS e Android).

I migliori software sono completamente compatibili con i più diffusi modelli di dispositivi. Questo permette alla società di risparmiare notevolmente, dando la possibilità agli intervistatori di scaricare sul proprio dispositivo l’app contenente il questionario. Praticità e risparmio.

IdSurvey CAPI software è sviluppato per poter rispondere a queste necessità. Semplicità di utilizzo dell’applicazione (resa possibile da una grande intuitività) senza che sia necessaria nessuna formazione con conseguenti sgravi sul bilancio aziendale.

Inoltre IdSurvey, a differenza della maggior parte dei survey software, consente di effettuare singole indagini servendosi di più modalità contemporaneamente, creando cioè una tecnica mista.

Caratteristiche principali del software CAPI

Intervistatore e rispondente si trovano uno di fronte all’altro (modalità Face to Face). Il rilevatore si occupa dell’immissione delle risposte nel computer, senza escludere la possibilità di confrontarsi con l’intervistato.

Riuscendo ad intervistare più tipologie di persone si otterrà un campione decisamente più ampio e rappresentativo.

I vantaggi

L’aspetto più importante è la possibilità di intervistare anche chi non è pratico di computer o chi invece non ha molto tempo da dedicare all’indagine. Grazie alle sue caratteristiche, l’indagine CAPI tende ad assicurare una migliore qualità di dati raccolti.

Un altro notevole vantaggio è quello della praticità: i dati inseriti nel dispositivo mobile vengono inviati in modo automatico al server, in modo da essere immediatamente disponibili per l’esportazione o per la redazione di indagini statistiche.

La praticità, la semplicità di utilizzo e la presenza dell’intervistatore, rendono possibile raggiungere un target molto ampio e un campione estremamente eterogeneo.

Grazie ai software più avanzati, come IdSurvey, la registrazione delle coordinate GPS (GPS location) rende possibile un ulteriore ma importante controllo sul lavoro svolto dai rilevatori (Quality control).

Infine, per le indagini di mistery shopping, i clienti misteriosi possono, grazie all’uso delle migliori applicazioni CAPI, scattare fotografie ed inserirle in modo automatico all’interno del questionario.

Ricerche e risultati

Molti sono gli studi che si sono occupati di capire quale fosse la migliore metodologia d’intervista. I risultati indicano che i metodi computer-assisted tendono a migliorare la qualità dei dati, specialmente in presenza di temi sensibili.

In conclusione, l’utilizzo della metodologia CAPI a scopo d’indagine azzera il rischio di errori di compilazione del questionario, permette di coinvolgere soggetti solitamente difficili da intervistare: per questo motivo permette, rispetto alle altre metodologie, l’ottenimento di un campione più rappresentativo.

Scopri IdSurvey

Il software più apprezzato dai professionisti.