Metodologia d’indagine CAPI

Tutti i segreti, vantaggi e svantaggi delle interviste face to face

Acronimo di Computer Assisted Personal Interview, è la metodologia di raccolta dati tramite interviste face to face. Un’intervistatore effettua le domande di persona con il rispondente compilando il questionario nel proprio smartphone, tablet o pc. I dati raccolti vengono sincronizzati con il server centrale e saranno disponibili per l’analisi.

​Come funziona la metodologia CAPI?

Per effettuare le interviste è necessaria un’applicazione capace di dialogare con il software centrale. L’applicazione può essere preinstallata su dispositivi distribuiti dall’amministratore o più frequentemente può essere scaricata dagli store Google Play, App Store o da link, direttamente dagli intervistatori.

Una volta installata l’applicazione, gli intervistatori potranno accedere utilizzando i dati forniti dall’amministratore per visualizzare l’indagine a loro assegnata. A questo punto potranno iniziare a raccogliere interviste di nominativi casuali (distribuzione anonima) o di un campione statistico assegnato dall’amministratore della survey.

Distribuzione anonima

Le indagini face to face CAPI effettuate con distribuzione anonima consentono di effettuare le interviste a persone sconosciute, come ad esempio i clienti di un supermercato o di un negozio, gli elettori all’uscita di un seggio, i visitatori di un museo o di un evento, oppure semplicemente gli abitanti o passanti di una determinata zona.

Solitamente all’inizio dell’intervista (o alla fine) vengono richiesti alcuni dati del rispondente, come ad esempio nome, cognome e recapiti. Questa procedura permette di costruire una lista di rispondenti per indagini future o per azioni di marketing.

Distribuzione ad una lista di nominativi esistente

Questa modalità di distribuzione rende la metodologia CAPI del tutto simile alle interviste telefoniche, fatta eccezione per la possibilità di raccogliere i dati di persona anziché tramite telefono. L’intervistatore dovrà selezionare uno dei nominativi assegnatogli prima di iniziare l’intervista.

Interviste face to face offline e online

È importante comprendere questa distinzione prima di acquistare un software CAPI. Non sempre è disponibile una connessione internet quando si effettuano interviste sul campo. Per questo motivo è fondamentale scegliere un software che sia corredato di un’app capace di lavorare anche senza connessione internet.

Questo tipo di app è detto appunto CAPI offline e consente di effettuare le interviste anche in totale assenza di segnale.
È possibile raccogliere quante interviste si vuole per poi sincronizzarle con il server centrale solo quando si ha accesso ad una connessione WiFi o cellulare.

Le app che non supportano la modalità offline portano grandi svantaggi alla metodologia CAPI. Vengono chiamate impropriamente CAPI on-line e non portano nessun vantaggio a questa metodologia. Spesso sono realizzate riciclando materiale già esistente per le interfacce CATI o CAWI in modo da ridurre drasticamente gli investimenti della casa di sviluppo. E’ quindi bene non cadere nella trappola e assicurarsi di acquistare un software che supporti il vero CAPI, che per sua natura deve essere offline.

Il mystery shopping

Il mystery shopping – letteralmente ‘acquisti in incognito’ – e’ una pratica di marketing adottata dalle realtà aziendali per tenere sotto controllo le proprie procedure, l’erogazione di servizi o la vendita dei prodotti e avere garanzia della soddisfazione dei propri clienti.

Elemento indispensabile per il mystery shopping sono i clienti misteriosi (mystery shopper) che vengono selezionati e formati per creare situazioni reali o simulate e, solitamente, hanno il compito di valutare le condizioni oggettive di un punto vendita, lo stile ed il comportamento del personale, il livello di conoscenza e competenza professionale, ecc.

Le app CAPI (soprattutto quelle in grado anche di scattare fotografie e memorizzare la posizione geografica di dove viene effettuata l’intervista) sono molto utili per registrare le informazioni raccolte dal mistery shopper.

Costi dell’indagine CAWI

Quando si valutano i costi di un’indagine CAPI bisogna considerare i costi del software, dei dispositivi e il compenso degli intervistatori. Il costo del software è difficilmente calcolabile in quanto molto dipende dal modello di vendita dei software che supportano questa metodologia. Alcune case produttrici hanno un’offerta che prevede un costo in abbonamento per ogni intervistatore mentre altre, invece, si basano sulle interviste effettuate indipendentemente dal numero di operatori. Ovviamente, quest’ultima è preferibile se si vuole avere dei costi certi e una maggiore flessibilità.

I costi per i dispositivi mobili necessari alle interviste face to face possono essere azzerati se si sceglie di sfruttare smartphone, tablet o pc degli intervistati.
In questo caso è fondamentale scegliere un software che abbia un’applicazione CAPI disponibile per tutti i più diffusi sistemi operativi, ossia Android, iOS e Windows PC e che sia in grado di gestire ogni tipo di intervista. Se invece si preferisce acquistare una flotta di dispositivi, a seconda del modello scelto, si devono considerare almeno 200/300 euro per ogni intervistatore.

Vantaggi delle indagini face to face

  • Risposte accurate
  • Dati e identità rispondente affidabili
  • Raggiunge la totalità della popolazione
  • Possibilità di intervistare persone di cui non si conosce precedentemente l’identità e recapiti: clienti di un centro commerciale, passanti, ecc…
  • Permette di intervistare abitanti di zone rurali
  • L’operatore disincentiva l’abbandono dell’intervista
  • L’intervistatore, tramite appuntamento, ha la possibilità di raggiungere categorie di nominativi altrimenti difficilmente reperibili come ad esempio medici o avvocati
  • Permette di effettuare interviste più lunghe perché ha una bassa percentuale di caduta
  • Si stabilisce un contatto diretto fra intervistatore e intervistato
  • Relazione di confidenza con l’intervistatore per trattare argomenti sensibili
  • L’intervistatore aiuta a comprendere meglio il questionario
  • Disincentiva l’intervistato nel rispondere non so/non rispondo
  • Adatto a diversi tipi di indagine: ricerche di mercato, customer satisfaction, mystery shopping, ricerca sociale e altro
  • Possibilità di annotare reazioni dell’intervistato
  • Nessun costo di data entry rispetto alla obsoleta metodologia PAPI (interviste su carta)

Svantaggi delle indagini face to face

  • Costi per gli intervistatori
  • Investimento per i dispositivi mobili se non utilizzati quelli di proprietà degli intervistatori